Filtra i prodotti

Filtra per Marca

Filtra per Categoria

Show all

Filtra per Prezzo

Da 

Newsletter

Articoli recenti

Offerta

Marketing Musicale: come fare emergere la band tramite il web

Marketing Musicale: come fare emergere la band tramite il web

Il Marketing Musicale è l'insieme di attività che permettono alle band e ai musicisti di farsi conoscere, e cioè di promuovere la propria musica con l'aiuto del web e, in particolare, dei social network. Questi ultimi rappresentano uno strumento di comunicazione fondamentale dal momento che assicurano un'interazione immediata tra gli artisti e i loro fan. Un social media manager specializzato nel settore musicale deve essere consapevole del fatto che ogni realtà ha esigenze specifiche: lo stesso tipo di comunicazione non può essere impostato per due studi di registrazione, per due band, per due cantanti o per due etichette differenti.

A chi si rivolge il music marketing

Con il Marketing Musicale, e tramite i social network, anche i musicisti che vivono in piccoli territori, e che dunque non possono contare sulle chance offerte dalle grandi città, hanno l'opportunità di mettersi in evidenza: al giorno d'oggi vivere in una realtà chiusa e isolata non è più una giustificazione, poiché con Internet si può arrivare ovunque. Un video registrato in Valtellina e postato su Youtube può arrivare fino agli Stati Uniti o alla Cina in pochissimo tempo. Per coltivare sogni in questo settore non c'è bisogno di trasferirsi nelle grandi metropoli, perché con un messaggio di posta elettronica si può contattare una casa discografica o con una pagina Facebook si possono aumentare i propri follower. Sia chiaro, però: questo non vuol dire che basti mandare una mail per ottenere una risposta o che sia sufficiente essere presenti sui social per arrivare al successo. Il Marketing Musicale serve proprio a individuare e a mettere in pratica una strategia che consenta di sfruttare nel migliore dei modi le risorse che Internet mette a disposizione.

Quali sono gli strumenti digitali indispensabili

Ovviamente, il primo passo da compiere per farsi conoscere è quello di creare un sito web personale, con un dominio di primo livello. Sarebbe un errore affidarsi solo ai social, perché del sito si è proprietari, ma del profilo Instagram o della pagina Facebook no. Per averne una dimostrazione, è sufficiente pensare alla parabola di Myspace, che un tempo era una vetrina di band e musicisti (non solo emergenti) e che ora è caduto nel dimenticatoio: così, tutti coloro che avevano postato i propri contenuti su quel sito hanno finito per perderli. Dopo aver creato un profilo Instagram e una pagina su Facebook, poi, si può pensare di realizzare un canale Youtube su cui postare non solo i videoclip, ma anche riprese di concerti e, magari, interviste e dietro le quinte. Infine, per una buona attività di maerkting musicale oggi è indispensabile disporre di un profilo anche su Spotify e su Soundcloud.

Come farsi conoscere

Sempre più di frequente, i giovani che si affacciano sulla scena musicale decidono di affidarsi a Musicraiser o ad altre piattaforme di raccolta fondi non solo per aumentare la propria visibilità, ma soprattutto per avere le risorse economiche necessarie a incidere il loro primo disco. Nel caso in cui un emergente provi a sperimentare la via del crowdfunding, tuttavia, è essenziale pianificare una strategia ad hoc, e quindi studiare un impegno che sia ben strutturato in modo da assicurare il coinvolgimento del pubblico che si auspica: in caso contrario, la campagna è destinata a rivelarsi un insuccesso.

La strada dei talent

Un altro percorso che viene seguito dagli aspiranti cantanti è quello dei talent show: X Factor e Amici, ma anche The Voice e Italia's Got Talent, giusto per menzionare i più celebri. Tale scelta presenta vantaggi e svantaggi che è opportuno tenere in debita considerazione e valutare in anticipo, per impedire che si trasformi in un'arma a doppio taglio. I talent, infatti, restano prima di tutto un prodotto televisivo, il cui primo obiettivo è quello di generare ascolti e introiti pubblicitari: l'aspetto musicale passa in secondo piano ed è il mezzo, ma non il fine. Ecco, quindi, che chi pensa di prendere parte a una trasmissione di questo tipo deve essere consapevole della possibilità di una sua strumentalizzazione, a maggior ragione nel caso in cui egli abbia una storia strappalacrime personale alle spalle.

Leave a Reply

* Name:
* E-mail: (Not Published)
   Website: (Site url withhttp://)
* Comment:
Type Code